20/01/2020
Giornata internazionale dell'avvocato minacciato: incontro con Saf ul-Malook

In occasione della Giornata internazionale dell’avvocato minacciato, dedicata quest’anno alla situazione delle Colleghe e dei Colleghi Pakistani, si è tenuto oggi a Roma presso la sede dell’Unione l’evento nazionale al quale ha partecipato l'Avvocato pakistano Saïf ul-Malook.          

Lo scopo della giornata è stato quello di attirare l'attenzione della società civile e delle autorità pubbliche sulla situazione degli avvocati in un determinato paese, al fine di aumentare la consapevolezza delle minacce cui sono esposti nell'esercizio della loro professione e, più in generale, rimarcare il ruolo dell’avvocato come difensore dei diritti umani.

Saïf ul-Malook ha difeso la cristiana Asia Bibi davanti ai tribunali pakistani dal 2010 e l'ha salvata dall'impiccagione per blasfemia. È andato in esilio nei Paesi Bassi nel novembre 2018 dopo violente proteste contro la decisione della Corte Suprema pakistana di revocare la sentenza con la quale Asia Bibi era stata condannata a morte nel 2010. Il 26 gennaio 2019 è tornato a Islamabad per difenderla mentre affrontava l'appello finale contro la decisione della Corte Suprema. Il ricorso è stato respinto alla fine del mese di gennaio del 2019. Asia Bibi, che fino ad allora era stata trattenuta in custodia cautelare, è stata finalmente liberata ed autorizzata a lasciare il Pakistan.

In allegato il report e i link alla videoregistrazione dell'evento e dell'intervista all'Avvocato ul-Malook

 

Report UCPI della 10^ GIORNATA DELL'AVVOCATO MINACCIATO - Pakistan