13/08/2019
Il populismo di governo contro il Garante dei detenuti.

Pubblichiamo la nota della Giunta e dell'Osservatorio Carcere.

 

L’Ufficio del Garante nazionale delle persone detenute o private della libertà personale è una autorità indipendente posta a tutela sia delle persone recluse, sia delle persone che per qualsiasi ragione sono private della libertà. Il Garante, come è suo dovere, ha chiesto informazioni alla Guardia Costiera, circa le condizioni delle persone a bordo della nave “Open Arms”, soggetta al divieto ministeriale di ingresso nelle acque nazionali. 
La reazione di alcuni sottosegretari ai ministeri dell’Interno e della Giustizia circa una inesistente esondazione di competenze del Garante, con la richiesta di rendere pubblico lo stipendio dei componenti dell’ufficio, dimostra una preoccupante ignoranza dei sottosegretari circa le competenze del Garante e le indennità percepite dai componenti, entrambe notoriamente pubbliche.
Ma queste dichiarazioni sono, soprattutto, l'ennesimo segnale di un populismo di governo che tende ad inquinare non solo la dialettica istituzionale del nostro Paese, ma la possibilità per le istituzioni di garanzia di svolgere la propria funzione in modo libero e indipendente.
Al prof. Mauro Palma e al suo Ufficio la solidarietà dei penalisti italiani.

Roma 13 agosto 2019

L’Osservatorio Carcere UCPI
La Giunta