24/09/2018
L’Unione insieme ad EIUC Venice per la formazione e la promozione della tutela dei diritti umani.

E’ stato siglato ieri presso la Scuola Grande di San Rocco a Venezia, nell’ambito della cerimonia di consegna dei diplomi del Master Europeo in Diritti Umani e Democratizzazione (EMA, Global Campus Europe) per l'anno accademico 2017/2018 e l'inaugurazione dell’anno accademico 2018/2019, un importante protocollo d’intesa con EIUC Venice volto a formalizzare ed implementare la collaborazione, già in atto da qualche anno, attraverso il riconoscimento del patrocinio ai Corsi sulla Tutela dei Diritti Umani presso la Corte EDU ed avanti la CGUE e la partecipazione abituale di rappresentanti dell’Unione alle attività didattiche.

L'obiettivo generale dell'EIUC - nella sua funzione di centro interdisciplinare di eccellenza per l'istruzione, la formazione e la ricerca - è quello di promuovere la cultura dei diritti umani e della democrazia, raggiungendo anche i professionisti del diritto come attori centrali nell'attuazione dei diritti umani sia a livello nazionale che internazionale, ragion per cui il fatto che l’Unione sia stata scelta quale partner rappresenta un riconoscimento prestigioso per quanto fatto in questi anni al fine di forgiare un avvocato penalista sempre più orientato verso il contesto internazionale.

Il protocollo d’intesa, sottoscritto anche dall’Ordine degli Avvocati di Venezia, dalla Fondazione Feliciano Benvenuti e dalla Camera Penale Veneziana, individua quali possibili settori di cooperazione quello della formazione - con l’assistenza reciproca nell’organizzazione di corsi e convegni sui diritti umani e lo Stato di diritto come settori prioritari, comprese le iniziative formative organizzate ogni anno dall'EIUC sulla giurisprudenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo e quelle organizzate dall’Unione in tema di tutela dei diritti fondamentali avanti le Corti Europee ed Internazionali, seminari sul tema degli avvocati minacciati quali difensori dei diritti umani e viaggi di studio all’estero volti a promuovere la conoscenza degli ordinamenti giuridici stranieri e delle giurisdizioni internazionali favorendo l’interscambio culturale con gli operatori del diritto locali - nonchè la promozione della democrazia, dello Stato di diritto e dei diritti umani attraverso attività di ricerca, scambio di competenze, condivisione del know-how, individuazione e partecipazione a progetti comuni finanziati dall'esterno negli ambiti di interesse.

Ad accogliere i laureati, gli studenti, i professori e le organizzazioni partner sono stati i Proff. Manfred Nowak e Dzidek Kedzia, rispettivamente Segretario Generale e Presidente dell'EIUC, nonché Veronica Gomez, Presidente del Global Campus Council, i quali, nei loro interventi, hanno condiviso i risultati ottenuti nell’ultimo anno da EIUC, che coordina l'EMA, ed il Global Campus of Human Rights, il network composto da 100 università mondiali specializzate nell'educazione ai diritti umani. Vi hanno preso parte i rappresentanti delle università partner che organizzano i programmi regionali nell'Europa sudorientale, in Africa, Asia-Pacifico, America Latina e Caraibi, nel Caucaso e nella regione araba; i Rettori e i Professori delle università partecipanti all'EMA e all'EIUC; i rappresentanti di alcune delle organizzazioni internazionali e delle autorità governative locali che collaborano attivamente con il programma quali l'Unione Europea - principale istituzione di supporto all'EIUC e al Global Campus - il Comune di Venezia, l'UNESCO, e l'agenzia di cooperazione allo sviluppo GIZ.

Sono, poi, intervenuti l’avvocata nigeriana Hauwa Ibrahim, Premio Sakharov del Parlamento Europeo per la libertà di pensiero, Koen Vanmechelen, artista e attivista per i diritti umani ed Henriette Geiger, direttrice dell'unità Persone e Pace - DEVCO - della Commissione Europea.

Altri momenti salienti della cerimonia - accompagnata dalle note di Musicians for Human Rights, una rete internazionale di musicisti impegnati nella promozione dei diritti umani - sono stati la premiazione dei vincitori del Global Campus Visual Contest 2018, un concorso video e fotografico dedicato al tema della diversità e dell'inclusione (www.globalcampusvisualcontest.org), e la firma del protocollo d’intesa con l'UNESCO per la realizzazione di attività comuni relative alla promozione dei diritti umani nell'ambito dell'Agenda per lo sviluppo sostenibile del 2030.

L’Unione è stata rappresentata dal suo Tesoriere, Avv. Federico Vianelli, alla presenza dell’Avv. Federico Cappelletti, Responsabile della Commissione per i Rapporti con l’Avvocatura e le Istituzioni Internazionali, che sarà il referente per l’esecuzione del protocollo avendo contribuito in modo determinante a rendere possibile la collaborazione.