05/02/2018
La liberazione anticipata relativa alla pena scontata all’estero: legittimo negarla?

Un recente provvedimento di un Magistrato di Sorveglianza, che ha negato, per inammissibilità della richiesta, il beneficio della liberazione anticipata con riguardo a semestri di pena scontati all’estero, offre lo spunto per considerare gli effetti sull’Ordinamento Penitenziario italiano dell’applicabilità della Convenzione di Strasburgo del 1983 sul trasferimento delle persone condannate in espiazione di pena in un altro Stato per continuare a scontare la pena nello Stato di origine, con necessarie ricadute in termini di interpretazione costituzionalmente orientata oppure, in mancanza, di ravvisabilità di una questione di legittimità costituzionale.
Si ringrazia per la collaborazione nella stesura del documento Fabrizio Ceccarelli, componente dell’Osservatorio Europa.