Osservatorio Doppio Binario e Giusto Processo

La Giunta da deciso di unire in un unico Osservatorio i "due" binari processuali, quello originario del Codice del 1987-89 e quello generato successivamente (1991) "per il contrasto alla criminalità organizzata"; tale scelta non solo evidenzierà la radicale diversità di regime giudiziario e giudiziale, ma anche l'invadenza del secondo anche rispetto alle attività giudiziarie e giudiziale dell'originario regime processuale.

In questa prospettiva l'analisi non può avere esclusivi compiti di rilevamento delle eventuali "interpretazioni bizzarre" e delle sicure prassi devianti nell'uno e nell'altro settore, e non può non proiettarsi su proposte operative necessarie ad individuare le linee di vario genere utili a ridurre i margini di inquisitorietà, che ora affliggono il processo, ogni forma di processo ed in ogni campo.

Se questa è la prospettiva, risulta evidente che la conoscenza delle "fonti" costituisce, allo stesso tempo, la ricostruzione storica della politica di "contrasto" e dei soggetti istituzionali da cui essa proviene e che l'analisi delle fattispecie rappresenta, contestualmente, il valore della "legalità" ed i limiti conoscitivi del giudice, anche sul terreno probatorio, per cui esse rappresentano la premessa per l'esame del "doppio binario", depurato dai reati ancora  di competenza "ordinaria", ormai prede di forme "clemenziali" che hanno fatto arretrare la giurisdizione; pure questa analisi appartiene al "giusto processo".

Infine,  e solo a questo punto,  l'approfondito esame dei comportamenti interni al cd. "doppio binario" potrà indicare ambiti e modi della violazione dei diritti fondamentali della persona, e aprire la strada ad indirizzi  migliorativi sia sul piano delle prassi e dell'interpretazione (che consiglia opportuni confronti con gli Osservatori Cassazione e Corte Costituzionale) sia sul piano delle proposte normative (che suggerisce altrettanto opportuni confronti con l'Osservatorio sulle misure di prevenzione, divenuta strada "privilegiata" dell'attuale politica di "contrasto" alla criminalità organizzata, anche di stampo corruttivo).

Professore Giuseppe Riccio

____________________________________________________

In seguito alle dimissioni del Professore Giuseppe Riccio, che la Giunta ringrazia per il lavoro svolto, in data 28 luglio 2017 i coordinatori dell'Osservatorio sono stati nominati Responsabili dello stesso con la suddivisione delle competenze per aree di riferimento. La Giunta augura buon lavoro agli Avvocati Eugenio Minniti, Giuseppe Scozzola, Maria Teresa Zampogna e a tutti i componenti dell'Osservatorio.

 

 



Ultima News

13/11/2014

Costituiti i quattro nuovi osservatori menzionati nel programma

In attuazione del programma congressuale sono stati costituiti i seguenti Osservatori:"doppio binario e giusto processo", attuazione del protocollo Miur, legalità delle decisioni giudiziarie, formazione giovani

vai alla notizia...